giovedì 27 giugno 2019

Cena in terrazza


Ci sono quei giorni che torni dal lavoro e hai bisogno solo di pace e vedere le persone che ami attorno a te, oggi per me è uno di quei giorni.
E allora mi rilasso apparecchiando una tavola per la mia famiglia. 




Ho mixato dei piatti diversi in questa tavola moderni e vintage, mi piace ultimamente unire questi due stili. 






I sottopiatti e i portatovaglioli li ho realizzati io come ormai sapete mi piace dar vita a dei pezzi di stoffa e farli diventare oggetti per la mia tavola. 






Quando si allestisce una tavola anche semplice sono i piccoli particolari che la rendono poi unica e che nei ricordi di chi la vissuta diventa speciale. 
Le bottiglie che ho utilizzato come vasi sono vintage e cosi guardandole nella mia credenza mi sono detta "sarebbero bellissimi con le mie ortensie dentro" e cosi è stato. 







Le serate a casa con la mia famiglia  sono sempre le più belle. 
Baci 
Monica 

venerdì 21 giugno 2019

Un bruco che diventò farfalla


C’era una volta un piccolo bruco che camminava verso una grande montagna. Lungo la strada incontro’ una coccinella che gli chiese “dove vai”? Il bruco rispose “ieri ho fatto un sogno nel quale mi trovavo sulla cima di una montagna e da li’ potevo vedere tutta la valle . Oggi voglio realizzare il mio sogno”. Sorpresa, la coccinella gli disse: “devi essere pazzo! Tu sei solo un piccolo bruco. Per te, un sassolino sara’ una montagna, una pozzanghera sara’ un mare e ogni cespuglio sara’ una barriera impossibile da oltrepassare”. Ma il piccolo bruco era gia’ lontano e non la senti’. La stessa cosa accadde con la rana, la talpa e il topo. Tutti gli consigliarono di fermarsi, dicendo: “non arriverai mai…!”. Ma il piccolo bruco, determinato e coraggioso, continuo’ a camminare. Stremato e senza forze, ad un tratto decise di fermarsi a riposare. Con un ultimo sforzo si preparo’ un posto per dormire quella notte. “Cosi’ mi sentiro’ meglio” disse il piccolo bruco. Ma mori’. Per giorni, gli animali si avvicinarono a vedere i suoi resti. Li’ c’era l’animale piu’ pazzo del mondo, li’ c’era l’ultimo rifugio di un piccolo bruco morto per aver inseguito un sogno. All’improvviso pero’ quel bocciolo grigiastro, si ruppe. Comparvero due occhioni, due antenne e due bellissime ali dai colori stupendi. Era una farfalla! Gli animali restarono senza parole, meravigliati da quella stupenda creatura che in un istante prese il volo e raggiunse la cima della montagna. Il sogno del bruco, diventato farfalla, si realizzo’. Il sogno per il quale aveva vissuto, per il quale aveva lottato, era finalmente diventato realta’. 













Buon fine settimana 
Baci 
Monica 

giovedì 20 giugno 2019

Le serate in famiglia



Una bella serata d'estate, le mie ortensie, un tralcio di edera appena raccolto, tante candele, i miei piatti preferiti e i miei figli stranamente a casa di sabato sera. E la mia tavola prende forma perché è questo che mi rende felice. 



 L'edera è come la famiglia se prende le sue radici sono fortissime e si ramifica velocemente è questo il significato sulla mia tavola. 




Adoro questi piatti Villa D'Este che mi sono stati regalati per Natale insieme alle posate sempre Villa D'este li trovo eleganti e delicati riescono ad essere moderni anche se dai i loro colori e stampe sono molto classici. 





e con il calare del sole la nostra serata è passata in armonia e serenità. 



Buona serata 
Baci Monica 

venerdì 22 febbraio 2019

Casa dolce casa


 La casa spesso ci rappresenta, piccola o grande che sia è lo specchio di chi la abita ne sono sempre più convinta! 
La mia in vari angoli fa intravedere il mio lato romantico e sognatrice in altri la praticità di una donna che lavora tutto il giorno ma che ci tiene che la sua casa sia sempre in ordine con qualche sacrificio ma soddisfatta nel guardarla come si guarda il proprio figlio crescere. 
Da  poco ho cambiato casa lasciando nell'altra un pezzetto di cuore ma pronta di nuovo nell'innamorarmi della nuova. I cambiamenti non mi spaventano anzi mi danno sempre una carica in più. 

Eccola la mia nuova dimora, dove mi sento al sicuro da tutto e da tutti, la sensazione è quella di un abbraccio come una mamma con il proprio bambino quando è impaurito, sapere che quando sono lì  il resto del mondo rimane fuori. 







 I miei mobili hanno trovato subito la giusta collocazione come se fossero stati sempre lì. 



Le mie ortensie fanno sempre da padrone in tutte le mie casa e devo dire che anche in questa si sentono sempre  Regine, sarà il posto che scelgo ogni volta per loro che le fa troneggiare un pò ovunque. 



In ogni casa,  sia la mia che quella delle persone che conosco, la cosa che mi cattura di più è sempre la luce naturale che entra negli ambienti, penso che sia un elemento che da positività. Non amo stare al buio neanche la notte lascio sempre quello spiraglio di luce che arriva dalle tapparelle e poi è la prima cosa che faccio appena sveglio mi piace guardare fuori e se la giornata ha un cielo azzurro tutto comincia con una marcia in più.....







Ogni oggetto in casa mia mi porta un ricordo o una storia da raccontare io dico sempre che hanno un anima perchè le cose vintage sono come dei piccoli racconti basta solo ascoltarli. 








Per oggi vi lascio la prossima volta vi racconterò della cucina. 
Buon fine settimana 
Baci Monica 

giovedì 13 dicembre 2018

Tradizioni natalizie


A natale vince sempre la tradizione è quella che riunisce le famiglie e gli affetti più cari e si sa che chi lega tutto questo ha un solo nome "mamma". 
In ogni famiglia è sempre lei l'unica che porta avanti con il tempo i pranzi natalizi, gli addobbi e tutto quello che gira intorno a questa festa, perchè si ricorderà nel tempo tutto ciò, se ne parlerà ogni festa e negli anni e si penserà che solo lei poteva creare questa atmosfera magica.
Questa mia tavola porta infatti il nome di "mamma Natale"!!!
Iniziano le feste natalizie e in questa tavola c'è tutto l'amore che una mamma può trasmettere alla propria famiglia.















Buona serata 
Baci Monica 



La magia del Natale è sempre unico


Ogni anno per il Natale mi piace pensare a nuovi allestimenti per le mie tavole, quest'anno vorrei che tutto fosse semplice e naturale. Perchè questo è quello che vorrei da questa festa come quando ero bambina, con molto poco si  era felici, diciamo che si è un pò persa questa cosa, ora tutto diventa sempre più eccentrico e riduttivo, allora io vado controcorrente e faccio un Natale a modo mio.
La mia tavola è stata realizzata con materiali che ci regala la natura dai rami che ho trovato nel giardino sotto casa e le pigne anche loro provengono da lì con una spruzzata di bianco quella è opera mia.... poi ho usato le mele rosse per dare un colore natalizio alla mise en place  ( per renderle belle e luminose basta pulirle con un batuffolo di ovatta bagnato da un pò d'olio di oliva e il risultato sarà sorprendente ).






 Un pò insolito è il segnaposto con la ciotola e la mela dentro ma il risultato mi piace molto, poi ogni tanto si possono anche trasgredire alcune regole specialmente se la cosa ci porta gioia, non pensate?















Invece il vostro Natale come sarà?
Buon pomeriggio 
Baci Monica 


giovedì 29 novembre 2018

Tavola Country


Lo stile country si sa, punta alla semplicità.... ma non per questo meno ricercato!
Mi è sempre piaciuto forse perchè trasmette i veri valori di una casa o di una tavola in questo caso!
Quando creo una tavola country penso sempre alla mia nonna dove tutto era genuino, pieno di affetto e  accogliente.
Le decorazioni su una tavola di questo stile sono sempre ispirate alle vecchie fattorie o cottage inglesi dove il richiamo è sempre la natura e la semplicità!

Le signore che ho scelto questo mese, sono perfette per questo stile.

Fiorella :
" Faccio parte del gruppo da circa due anni, ho 63 anni sono nata e cresciuta in Venezuela e molte amiche del gruppo mi dicono che ho conservato i colori di questa terra...vivo in un piccolo paese in ciociaria,in un vecchio casale con tutte le problematiche delle vecchie case,ma anche con tutto il fascino che,a mio avviso,una " vecchia " casa ha. Vivo con mio marito che mi sopporta e supporta e sono circondata dai miei animaletti cani, gatti e galline galli e papere...tutti destinati a morire di vecchiaia a casa mia funziona così... Ho due fantastiche figlie Claudia e Valentina che ahimè, mamma chioccia, hanno preso il volo, ma che sanno che questa casa è il loro porto sicuro. La mia vita è country come la maggior parte delle mie tavole."
Lei rappresenta davvero lo stile country, io penso che faccia parte di lei da sempre. Le sue tavole ogni volta che ne vedo una mi danno sempre quel senso di tranquillità, che solo in campagna si può respirare. Poi avendola conosciuta ho ancora di più confermato la mai tesi, Fiorella sei la Regina delle tavole country. 

















L'altra tavola che ho scelto è della mia mamma, è lei che mi ha insegnato tutto e lei che mi ha trasmesso la passione per le tavole.  Quando ero piccola guardavo tutti i suoi movimenti in cucina e nella stanza da pranzo seguendola passo passo, quanta cura metteva in tutto ciò  sia per i nostri  ospiti o per il pranzo domenicale e ancora oggi cerca sempre di far stare tutti bene intorno alla sua tavola, creando dei piccoli capolavori sia culinaria che sull'apparecchiatura.

Maria:
 Sono una donna di 74 anni, sposata con il mio unico amore da 56 anni, madre di tre splendide ragazze  perchè si sa i figli restano sempre piccoli per una mamma, nonna di cinque tesori sono la felicità della mia vita e appena posso cerco di coccolarli e di fargli sentire tutto il mio amore. La passione per la cucina e le tavole è stato sempre per me un modo per trasmettere il mio calore ai miei famigliari e ospiti. Sono sempre in cerca di ricette nuove da sperimentare anche se amo la tradizione. 
















Buon pomeriggio 
Baci Monica 


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...